SUPERBONUS 110%: il caso UNICREDIT



Premessa:


In edilizia l'argomento più vociferato degli ultimi mesi è sicuramente il Superbonus 110%.

Se ne legge di ogni sul web, con diverse pagine che approfondiscono l'argomento nei dettagli, Decreti attuativi emanati da parte del Governo (per citarne due: "Decreto Requisiti" e "Decreto Asseverazioni") e FAQ (domande&risposte) che l'Agenzia delle Entrate pubblica sul proprio sito che ogni giorno dettagliando maggiormente gli interventi consentiti e non.



Secondo noi il Superbonus 110% è un'occasione reale e concreta per:
📊🏠 migliorare la tua casa, abbassandone i consumi e incrementandone il confort indoor;
📈♻️ contribuire al miglioramento dell'ambiente che ci circonda, riducendo le nostre emissioni.



Le possibilità di accedere a questo credito sono diverse e, tra di loro, flessibili nella gestione:
  • Detrazioni fiscali - uno "sconto" sulle tasse che sono da pagare allo Stato
  • Sconto in fattura - uno sconto sulla fattura oppure un suo "azzeramento", in questo caso cedi il credito all'impresa o al general contractor che esegue i lavori
  • Cessione del credito - cedi per intero il credito economico ad un istituto di credito, ad un'assicurazione, alle poste o altre aziende / enti che sono organizzati e disponibili a riceverlo


Queste sono tutte le ipotesi possibili, nessuna è da escludere. va infatti valutato di caso in caso cosa convenga sia per il privato sia per chi esegue i lavori.
La strada scelta deve essere condivisa da entrambe le parti! La loro fattibilità dipende inoltre da diverse variabili.


👉🏼 In questo articolo, ci focalizziamo su una di queste 3: la CESSIONE del CREDITO.
(nella sezione news del nostro sito, trovi già altri esempi se vuoi approfondire l'argomento)



/ / /



Come sempre ora hai diverse possibilità:
  1. Leggere l'articolo che trovi qui sotto il video,
  2. Guardarti il video in cui abbiamo sintetizzato la gestione della CESSIONE del credito con Unicredit per renderla più "interattiva" ⤵️




(P.S. Presta attenzione alle considerazioni a fine video, sono determinanti!)



👉🏼 Note introduttive:


La cessione del credito spetta per le spese sostenute dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2021 (eventuali proroghe da definire...)relativamente ad interventi di:
  • Recupero del patrimonio edilizio
  • Riqualificazione energetica (65% e 50%), compresi quelli per i quali spetta la detrazione del 110%
  • Adozione delle misure antisismiche, comprese quelli per i quali compete la detrazione del 110%
  • Recupero o restauro delle facciate degli edifici, compresa la sola pulitura o tinteggiatura
  • Installazione di impianti solari fotovoltaici, compresi quelli per i quali spetta la detrazione del 110%
  • Installazione di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici



🚶🏼 Facciamo un passo indietro...


Siamo stati presso la banca Unicredit per confrontarci con loro sulle modalità che hanno adottato per gestire economicamente la formula della cessione del credito.

P.S. Abbiamo scelto Unicredit come primo confronto perchè è la banca in cui è correntista il nostro tecnico di riferimento per il Superbonus e le altre formule di detrazione fiscale. Il confronto è sicuramente più facile se già ti conoscono.



🧐 Ah, ma quindi la gestione che questo istituto bancario propone è valida per tutte le banche?


Assolutamente no, è stato preso un caso studio come questo per porre delle basi su un caso reale di gestione economica da parte di una banca.
Le proposte e le percentuali in gioco potranno variare da istituto a istituto.
Inoltre, preme sottolineare come la proposta trattata nel video che trovi qui sotto era valida fino al 30 settembre 2020, ora c'è la possibilità venga rivisitata in base anche ai nuovi Decreti attuativi emanati di recente dal Governo.



🏦 Le soluzioni Unicredit


La Banca mette a disposizione le due seguenti soluzioni:
  • acquisto crediti fiscali
  • apertura di credito a scadenza per anticipo contratti / fatture



💸 Che cos'è l'acquisto di crediti fiscali?


Partiamo dunque dalla prima delle due soluzioni sopra citate.
La Banca si riserva di valutare, nel rispetto dei requisiti di ammissibilità e sostenibilità dell'operazione, l'acquisto dei crediti fiscali che matureranno in seguito alla realizzazione dei lavori previsti dalla legge, dall'impresa, condominio o persona fisica.

⚠️N.B.1: L'opzione può essere esercitata per ciascuno stato di avanzamento dei lavori (S.A.L.)
⚠️N.B.2: Per gli interventi che danno diritto alla detrazione del 110%, i SAL non possono essere più di due per ciascun intervento complessivo, e il primo SAL deve corrispondere ad almeno il 30% dell'intervento, mentre il secondo almeno al 60% dell'importo totale lavori.



📊 Principali condizioni economiche (al 30.09.2020)


A seconda che tu sia una persona fisica, un condominio o un'impresa, tali condizioni economiche varieranno, come riportato qui sotto ⤵️

Prezzo di acquisto crediti fiscali (relativi solo il Superbonus 110%) per:
  • Persone fisiche e Condomini => (€ 102 per ogni € 110 di credito fiscale acquistato)
  • Imprese => (€ 100 per ogni € 110 di credito fiscale acquistato)

Nostra considerazione: è facile comprendere come sia maggiormente vantaggiosa una richiesta fatta da parte di persone fisiche e condomini, rispetto alla richiesta da parte di imprese. 
Le condizioni sopra descritte sono valide anche nel caso in cui l'impresa esegua lo sconto in fattura al cliente finale e successivamente lo traduca in cessione del credito col supporto di una banca.



Esempio concreto:
  • [01/09] sottoscrizione impegno a cedere i futuri crediti fiscali alla banca, che si impegna ad acquistarli (previe verifiche del caso);
  • [30.11] maturazione e cessione dei crediti fiscali sorti a seguito dell'iter di asseverazione che certifica il raggiungimento di almeno il 30% dei lavori, con acquisto da parte della Banca e versamento del relativo controvalore sul conto corrente dedicato del cliente presso la stessa;
  • [15.1] maturazione e cessione dei crediti fiscali derivanti dal raggiungimento del 60% di lavori con acquisto da parte della Banca e versamento del relativo controvalore sul conto corrente dedicato del cliente presso la stessa;
  • [01.03] maturazione e cessione dei crediti fiscali residui a fine lavori, a seguito di avvenuta validazione del rispetto di tutti i requisiti previsti dalla normativa, con acquisto da parte della Banca e versamento del relativo controvalore sul conto corrente dedicato del cliente presso la stessa.


⚠️ N.B: E' prevista l'apertura di un conto corrente dedicato all'iniziativa senza costi fissi fino a 30 operazioni, da mantenere aperto fino alla conclusione della gestione dei flussi e del finanziamento concesso nelle more di maturazione del credito fiscale finalizzato all'avvio dei lavori.



❓ Che cos'è l'apertura di un credito per anticipo contratti / fatture?


Si tratta di un conto corrente parallelo al proprio "standard", esclusivamente dedicato alle operazioni relative al Superbonus 110%.
La linea di credito sarà utilizzata per pagare gli interventi che danno diritto ai benefici fiscali e nel limite massimo dell'importo del credito fiscale ceduto.

La percentuale anticipabile sui contratti / fatture è:
  • per le Imprese fino al 60% della cessione del credito fiscale
  • per le Persone fisiche fino al 100% della cessione del credito fiscale
  • per i Condomini fino al 100% della cessione del credito fiscale


Per poter utilizzare questa linea di credito è necessario presentare alla Banca le fatture da pagare, con le modalità previste dalla normativa per ottenere i benefici fiscali.

Nostre considerazioni: anche qui è facile comprendere come gli istituti di credito preferiscano (a quanto pare) che la cessione del credito avvenga da parte di persone fisiche e condomini, piuttosto che da parte delle banche.



🔎 Esistono dei tassi di interesse sugli anticipi contratti / fatture?


Sì, sono previsti dei tassi fissi a seconda che tu sia:
  • Persona fisica => 2,75%
  • Condominio o Impresa => 6,40%

Nostre considerazioni: vale quanto descritto sopra.



💥 Qualche nostra considerazione tecnico-economica?


Abbiamo preso coscienza delle tre possibilità economico-fiscali di gestione di questo Superbonus 110% (detrazioni fiscali, sconto in fattura e, appunto, cessione del credito).

Non dimentichiamoci le opportunità da qualche anno offerte da parte del Governo, l'Ecobonus 50% e 65%, oltre al Bonus Facciate al 90% (e gli altri incentivi).
Probabilmente si tratta di procedure meno articolate e più semplicemente attuabili rispetto al tanto discusso 110%, comunque valide e convenienti ai fini delle opportunità offerte.


Qui lo scriviamo e qui lo neghiamo, come si suol dire.
Con questo Superbonus 110% NON è tutto gratis.


Infatti, la gestione progettuale e operativa ha un suo costo (come del resto vale per le Banche che richiedono i propri tassi di interesse...). Vale assolutamente la pena di gestire l'intero intervento da parte del committente finale con soluzioni tipo "General Contract", ossia avere una persona / realtà unica con la quale colloquiare e che gestisce l'intero iter del Superbonus 110%.
Questo poichè, saper gestire lo "spacchettamento" di tutte le diverse pratiche, lavorazioni, professionisti, fornitori, ecc., richiede competenze e conoscenze nel campo dell'edilizia, ma non solo. 



Prova a pensarci...Quando di solito porti l'auto dal meccanico per un guasto, ci pensa direttamente lui a fornire i pezzi di ricambio, a montarli e confrontarsi con i diversi fornitori oppure gli porti tu i pezzi e lui ci mette solo la manodopera?


Ecco, è esattamente la stessa cosa con le pratiche e gli interventi con questo Superbonus 110%, il nostro consiglio è questo.

Sì, è vero, il cliente dovrà esborsare una cifra leggermente maggiore rispetto a portargli il pezzo comprato da lui stesso e farselo solo montare sulla propria auto...Allo stesso tempo avrà sicuramente meno pensieri e non potrà lamentarsi se il pezzo che ha fornito al meccanico non risultava quello consono all'intervento.



Per concludere con un esempio concreto...


Questo Superbonus 110%, per come lo intende il nostro gruppo lavoro, è come andare in un concessionario (a caso...) Porsche, ordinare il nuovo Cayenne E-Hybrid Coupè, dal valore di mercato di circa € 100.000 euro e portarselo a casa con soli € 20.000 euro.





Vuoi dirmi sul serio che te non te lo porteresti a casa? Noi sì...



/ / /




Confidiamo che questo video-articolo riassuntivo della gestione economica (valida fino al 30.09) del Superbonus 110% da parte di Unicredit, possa risultarti a livello concettuale utile.


In ogni caso, se hai dubbi / domande / curiosità puoi come sempre richiederci una consulenza alla mail: info@lineaecoklima.it

Sì, si parla proprio di "consulenza": gli studi di fattibilità sono a tutti gli effetti delle prestazioni professionali.
Infatti, un parere positivo o negativo dato con leggerezza ad una tua richiesta non può costituire una certezza (sono tante le variabili, anche urbanistico-catastali, in gioco...) e non porterebbe benefici nè a te nè a noi e alla nostra deontologia professionale.



Se questo articolo ti ha incuriosito e vuoi seguire nel quotidiano le nostre attività, ci puoi trovare sui canali social:




Alla prossima!
Nicola del Team LineaEcoKlima

Condividi questo articolo sui tuoi canali social con gli hashtag #teamlineaecoklima o #costruireinqualita.
Sarai ripostato! ;)
Ultime News
Premessa: In edilizia l'argomento più vociferato degli ultimi mesi è...
Premessa: Nei commenti sui social relativi a nostri contenuti ma anche a materiale...
Premessa: Nei commenti sui social relativi a nostri contenuti ma anche a materiale caricato ...

Geotecnica S.r.l. / via Ciro Ferrari, 15/C
Caselle di Sommacampagna (VR)