Superbonus 110% Verona

SUPERBONUS 110% | 5 interventi NON rientranti ⛔

30 aprile 2021

Premessa:


Il Superbonus 110% è senza dubbio l’opportunità del momento: una possibilità di intervenire sul proprio immobile andando a ridurne i consumi e le bollette, e migliorando il valore di mercato, ma soprattutto il confort indoor… lo stare bene nella propria casa.

Ormai tra il web, i giornali e le televisioni anche i muri della nostra casa sanno cosa potrà esser fatto con il Superbonus, ma…c’è un ma.



Nel nostro piccolo, approfondendo quotidianamente la tematica, stiamo comprendendo mini sfaccettature - più o meno positive - legate a questa opportunità. Ci sono una serie di interventi che potremmo definire “accessori” che effettivamente potrebbero non rientrare nei macro-intervento agevolabili.
È opportuno, tuttavia, utilizzare il condizionale in quanto molte scelte sono “un’interpretazione” dei diversi Decreti emanati dal Governo. In conseguenza a questo il l’asseveratore tecnico diventa un ruolo sempre di maggior rilievo e, nello stesso tempo, con crescenti responsabilità.


🤔 Confrontandoci con alcuni colleghi che si stanno occupando del tema, riscontriamo alcuni differenti “letture” del medesimo intervento e relative opere complementari.
Un esempio? Il nuovo manto di copertura in tegole / coppi.


Nell’ultimo video abbiamo parlato di 2 verità ancora sconosciute ai più e nello specifico l’importanza:
  • della conformità urbanistico-catastale
  • dei ponti termici


🎯 L’obiettivo di questo nuovo video-articolo, invece, è creare una mini guida esplicativa sui 5 “interventi accessori” NON rientranti nel Superbonus 110%.


Ora, come sempre, hai diverse possibilità ⤵️
  • Leggere l’intero articolo che trovi qui sotto il video
  • Guardarti il video che abbiamo registrato e montato per te






1)    L’impianto ibrido




Tra gli interventi trainanti ricordiamo sicuramente l’impianto di riscaldamento / raffrescamento / produzione di acqua calda sanitaria.
Una delle tipologie incentivabili dal Superbonus 110% riconduce al cosiddetto impianto ibrido, cioè un impianto costituito da una pompa di calore e una caldaia. 

💬 “Ma se a casa ho già una caldaia esistente, posso aggiungere semplicemente una nuova pompa di calore?”

❌ La risposta, nostro malgrado, è NO.
L’impianto ibrido, per sua concezione e per quanto richiesto espressamente dai Decreti emanati dal Governo dovrà essere “fabrique made”, ossia così costituito fin dalla sua produzione.
Per questo sarà necessario documentare lo smaltimento della caldaia esistente (che è compreso negli interventi agevolabili), con la fornitura e posa del nuovo impianto ibrido.



2) L’accumulo per l’impianto fotovoltaico 




Tra gli interventi trainati ricordiamo sicuramente l’impianto fotovoltaico, ossia un impianto che attraverso l’energia solare ha la capacità di produrre energia elettrica utile ai tuoi bisogni di vita.
Questa tipologia di impianto ricade negli interventi trainati che dunque ha bisogno dell’esistenza di un intervento trainante (es: cappotti o impianto termico principale) per poter essere realizzato.


💬 “Ma se a casa ho già un impianto fotovoltaico esistente sul mio tetto, posso aggiungere semplicemente una batteria di accumulo elettrico?”

❌ La risposta, nostro malgrado, è NO.
L’obiettivo principale dei Decreti emanati dal Governo, infatti, è la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio italiano.
Per riuscire ad ottemperare alla richiesta del salto di almeno due classi energetiche, la batteria di accumulo elettrico non andrebbe ad influire su questo miglioramento, a differenza invece di un nuovo impianto fotovoltaico, che aumenterebbe in modo esponenziale l’utilizzo di energie rinnovabili.



3) Ombreggiamenti di finestre e portefinestre 




Tra gli interventi trainati ricordiamo anche i serramenti e i relativi ombreggiamenti. Di questa tematica sono due le peculiarità da trattare.

1) Ci è già capitato in diversi confronti con clienti, l’esplicita richiesta:
💬 “Ho cambiato gli scuri da qualche anno, è possibile rettificarli e ritinteggiarli senza doverli sostituire?

❌ La risposta, nostro malgrado, è NO.
I Decreti emanati dal Governo, infatti, sono chiari: concede la possibilità di smontarli, smaltirli a discarica e sostituirli con dei nuovi.


2) La seconda peculiarità riguarda un cavillo presente nei Decreti che, ci siamo accorti, è sfuggito a molti.
Come detto sopra, l’obiettivo principale dei Decreti emanati dal Governo è la riqualificazione energetica del patrimonio edilizio italiano. 

💬 E gli ombreggiamenti a nord contribuiscono a garantire un miglioramento energetico?

❌ La risposta, nostro malgrado, è NO. 
Per questo, infatti, sono agevolati gli interventi sopra citati ad esclusione di quelli posizionati sul lato nord dell’edificio.



4) Il manto di copertura in tegole / coppi 




Tra gli interventi trainanti relativi l’involucro edilizio ricordiamo i nuovi isolamenti termici. Tra questi, nello specifico, sono previsti il nuovo cappotto termico e il rifacimento della copertura.

💬 “Quindi se rifaccio la mia copertura per forza di cose rientrano negli interventi lo smaltimento dell’esistente e la fornitura e posa del nuovo manto di copertura?

🤔 La risposta corretta è DIPENDE.
È fondamentale utilizzare il condizionale, infatti, la certezza è che la parte agevolabile è quella relativa l’isolamento termico e relativi sistemi di impermeabilizzazioni (es: guaine).

‼️ La parte “di finitura”, qual è il manto di copertura, è a discrezione dell’asseveratore tecnico, il quale si assumerà la responsabilità di poter convalidare o meno lo smaltimento complessivo del manto di copertura esistente (nel momento in cui dovesse risultare effettivamente degradato) o il solo smaltimento e relativa fornitura e posa parziale (sempre a seconda dello stato di conservazione).

Per quanto da noi recepito dai Decreti emanati dal Governo, infatti, il nuovo manto di copertura dovrebbe ricadere nell’incentivo per ristrutturazione del 50%.



5) Pluviali e canali di gronda 




😨 Altro intervento “di dubbia conoscenza” se poterlo eseguire o meno col Superbonus 110% riguarda i pluviali e i canali di gronda.
A primo acchito, viene da pensare che nel momento in cui vai ad intervenire mediate il rifacimento totale della copertura, dovrebbero rientrare anche i canali di gronda e i pluviali ad essi collegati (smontaggio e smaltimento esistenti, con fornitura e posa di nuovi).

Tuttavia, andando ad analizzare nei minimi dettagli i Decreti emanati dal Governo, puoi leggere come venga previsto il solo smontaggio e rimontaggio degli esistenti (e non la fornitura e posa dei nuovi canali di gronda e pluviali).

💬 “Ma dai…Mi sembra assurda come cosa…”

Siamo sinceri, anche a noi, in quanto come gruppo lavoro li abbiamo sempre ritenuti parte integrante della copertura e quindi essenziali nel rifacimento della stessa.
Se valutiamo questa tematica a livello operativo, quando vengono smontati è facilmente possibile che vengano ammaccati / rotti a causa del loro basso spessore.


Ma abbiamo una possibile soluzione da proporti…

😇 Rientri nelle zone agevolate con il bonus facciate 90%?

Nel Decreto relativo questo bonus, infatti, canali di gronda e pluviali vengono esplicitati come interventi ammessi e per questo possibile il loro smontaggio, smaltimento a discarica e relative fornitura e posa di nuovi.



⚠️ Lo diciamo da diversi mesi ormai, NON è tutto gratis con il Superbonus 110%.
Questo non è sicuramente un motivo per non intervenire sfruttando il massimo sfruttabile e investendo quel che serve (il giusto!) per arrivare all’obiettivo “riqualificazione energetica e funzionale della tua casa”.
Un consiglio: non farti ammaliare dalle proposte del “tutto gratis”! ⚠️ 



///



👍🏼 Confidiamo che questo video-articolo riassuntivo possa tornarti utile per comprendere l’importanza di scegliere un Team di professionisti che sappia gestire – sia tecnicamente che economicamente parlando – la procedura dei “cantieri Superbonus”, a garanzia e sicurezza della qualità e durabilità dell’opera finita, ma soprattutto per evitare sconvenienti sanzioni (e tutto quello che segue) tra qualche anno.

In ogni caso, se hai dubbi puoi consultare la sezione News per rivedere gli altri video-articoli relativi anche il Superbonus, oppure come sempre puoi scriverci e chiederci, non un “consiglio veloce”, ma una consulenza tecnica a: 📧 info@lineaecoklima.it


Non vuoi perderti nessuna nuova uscita video?
📺 Youtube - https://rebrand.ly/lek_iscr_yt


Vuoi restare aggiornato settimanalmente sulle novità del nostro mondo? 
🔍 newsletter – https://rebrand.ly/NL-lek-iscr


Vuoi scoprire di che altro ci occupiamo? 
🌐 sito web – https://rebrand.ly/lek_web

Non vuoi perderti nessuna novità social quotidiana? 
📱 Facebook – https://rebrand.ly/lek_fb
📸 Instagram - https://rebrand.ly/lek_ig
💻 LinkedIn - https://rebrand.ly/lek_li


Alla prossima!
Nicola del team Lineaecoklima

Ultime News
Premessa: Con ogni nuovo video stiamo entrando maggiormente nel dettaglio dell’argomento più ...
Premessa: Sono ormai diversi mesi che abbiamo l’opportunità di confrontarci con privati,...
Una premessa. È passato ormai un anno dalla sua presentazione, tuttavia sono ancora pochi i...

Geotecnica S.r.l. / via Ciro Ferrari, 15/C
Caselle di Sommacampagna (VR)